Ref:
Date:
Location:
Photographer:
Biography, reviews, texts

CV in italiano

Article text
Curriculum Vitae Cesare Bedogné

Nato a Sondrio nel 1968, consegue la laurea in Matematica (110/110 e lode) presso l’Università di Pavia, con la tesi “Lo Spazio-Tempo di Minkovski”, incentrata sui fondamenti geometrici della Teoria Speciale della Relatività di Albert Einstein. Successivamente svolge attività di ricerca presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Helsinki e presso il Dipartimento di Fisica-Matematica della Brunel University di Londra (West London University), pubblicando ad oggi quattro lavori di ricerca originali in Fisica Teorica in alcune delle più prestigiose riviste internazionali (Phys Rev E, Physica A).
Nel corso degli studi, e dell’attività di ricerca scientifica, si interessa anche alla fotografia, al cinema e alle arti visive in generale. Le sue opere fotografiche, a partire dalla fine degli anni ’90, sono state esibite in numerose Gallerie e Musei d’Arte Contemporanea, sia in Italia che all’estero.
Ulteriori informazioni sono reperibili al sito web (dedicato quasi esclusivamente e cinema e fotografia):
www.cesarebedogne.com
A partire dal 2010, Cesare Bedogné si è dedicato principalmente alla scrittura, pubblicando ad oggi quattro opere poetiche e narrative: “Oltre l’azzurro”, “Ombre d’Europa”, “L’ultimo viaggio di Albert Camus” e, molto recentemente, “Nessuno”, che è stato presentato anche all’Istituto Italiano di Cultura di Atene nella traduzione di Anna Papastavrou.
Ha anche scritto su “Doppio Zero”, “Visura Magazine New York”, e altre riviste.
La sua prima opera narrativa/poetica, “Oltre l’Azzurro”, di matrice autobiografica e dedicata agli anni che l’autore ha trascorso in Olanda, pubblicata dall’editore emiliano no-profit ABao AQu (2012), è stata alla base della opera teatrale omonima, prodotta dal Teatro Bismantova di Castelnovo Monti (RE) e dall’Istituto di Musica e Liturgia di Reggio Emilia. Questo lavoro, unitamente alle fotografie dell’autore, è anche alla base del film “Storia per un teatro vuoto”(2016), di Aleksandr Balagura e Cesare Bedogné, che ha vinto numerosi premi a livello internazionale.
Cesare Bedognè ha anche lavorato a due lavori cinematografici sperimentali e indipendenti: “Maria’s Silence” e “The last step of an acrobat”, che hanno pure ottenuto svariati riconoscimenti.
Dopo aver vissuto in Olanda, Inghilterra e Grecia, Cesare Bedognè risiede ora a Genova, dove sta contribuendo all’organizzazione della nuova “Mostra Internazionale del Cinema di Genova”.
Cesare Bedognè sta ora lavorando ad una nuova opera narrativa.